Osterie popolari a Roma: 10 indirizzi per mangiare bene, underground e low-cost

Post dedicato ai gastro-curiosi senza pregiudizi. C’è tutto un mondo di buona e talvolta ottima ristorazione fuori dai circuiti “ufficiali”, a Roma. Ne fanno parte di diritto le osterie popolari gestite e ospitate dai centri sociali romani. Le osterie popolari a Roma sono circa una decina; abbiamo scelto di parlarvi di quelle attive in maniera più stabile, e dove si mangia meglio.

Le osterie popolari a Roma (ma le sentirete chiamare trattorie popolari, o bio-osterie, o bioristoro se è il caso) sono luoghi in cui si cerca di coniugare il “mangiare bene” al “mangiare a prezzi modici“. E al “mangiare sostenibile“. Infatti, tratto comune è il ricorso a materie prime a Km 0, spesso provenienti da agricoltura o allevamento biologici, e l’adeguamento del menu ai ritmi di stagione. Alcune di queste osterie popolari hanno uno stile di cucina casareccio, romanissimo e tradizionale; altre non si fanno mancare qualche sperimentazione gourmet. In ogni caso, sono luoghi dove mangiar fuori è a portata di tutte le tasche.

Vediamole.

Osterie popolari a Roma: la lista

1. Trattoria Solidale Spartaco
Menu per nulla banale che cambia tutti i giorni, e sempre almeno un piatto vegetariano.
Aperta dal lunedì al sabato dalle 20.30 alle 23. Presso il Csoa Spartaco di Via Selinunte 57 (Numidio Quadrato). Info qui.

2. Strakitchen – Strikespa
Martedì e venerdì menu di pesce, carnivoro mercoledì e giovedì, tutti i giorni vegetariano e vegano. Una cucina originale che sforna piatti ben presentati. Si mangia all’aperto d’estate.
Aperta dal martedì al venerdì dalle 20 alle 23. Presso lo Strike Spa di Via U. Partini, 21 (Casalbertone Portonaccio). Menu sempre pubblicato sulla pagina Facebook.

3. La Taverna del Forte Prenestino
Qui stagionalità e sostenibilità sono un culto, e i fornitori sono conseguemente biodinamici e a Km 0. La tipologia di menu cambia a seconda del giorno della settimana: martedì e mercoledì vegetariano, giovedì vegano e venerdì onnivoro.
La Taverna è aperta dal martedì al venerdì,  dalle 20.30 alle 23, e la terza domenica del mese per il mercatino terraTerra.

4. Trattoriola della Torre
il bioristoro della Riserva della Valle dell’Aniene, attivo dal 1999 nel centro sociale la Torre. Progetto di cucina critica, biologica e sostenibile, anche pizzeria
Aperta dal martedì alla domenica per cena, dalle 20 alle 23, e in occasione dei mercati terraTerra. In via Bertero 13 (Casal de’ Pazzi)

5. GIAP – Gustosa Irriverente Autogestita e Popolare
È la cucina dell’Astra, aperta solo il giovedì e il venerdì dalle 20 alle 23, e in occasione delle iniziative dell’Astra. Il menu è ben chiaro: il giovedì si mangia pasta fresca e il venerdì pesce. Utilizzano prodotti a km 0 e di piccoli produttori; birre, vini e amari dei circuiti “alternativi”. Via Capraia, 19 (Talenti). Info qui.

6. Trattoria popolare La Cucinodroma
La trattoria popolare prende il suo nome dal Cinodromo di Roma, occupato nel 2009 per dare vita al  L.o.A.Acrobax (laboratorio del precariato metropolitano). Propone una cucina mediterranea, con molte incursioni nel vegetariano e nel vegano.
Aperta ogni venerdì in Via della Vasca navale, 6 (Ostiense). Ma è anche aperta per serate speciali: in caso, controllate qui.

7. Enoteca popolare La Strada
Non una trattoria stavolta, ma un’enoteca che seleziona piccoli produttori locali non presenti nella grande distribuzione organizzata. E che accompagna la propria selezione di vini a un’offerta gastronomica interessante. Organizzano corsi di avvicinamento al vino, concerti, degustazioni.
È aperta il giovedì dalle 18.30 alle 24 e durante le serate di tango, jazz e mazurka del Csoa La Strada. In via degli Armatori,2 (Garbatella).

8. Casetta Rossa
A Garbatella, un bel posto. L’abbiamo inserita nel nostro elenco di trattorie economiche di Roma dove mangiare (benissimo) con meno di 15 euro.

9. Biosteria Saltatempo
Anche questa trattoria di Centocelle è una vecchia conoscenza di RomaTips. Ne abbiamo parlato perché il giovedì

10. Osteria del Corto
Era l’osteria del Corto Circuito, ora smobilitata. Dato che aveva una sua reputazione e un suo seguito, si è trasformata in osteria itinerante, ospite occasionale di altre strutture e di altre realtà. Per esempio, ad aprile 2017 è stata ospite del Cinema Palazzo di San Lorenzo per i concerti jazz del lunedì sera. Se volete seguirla (è proprio il caso di dirlo), date un’occhiata alla sua pagina facebook.

Ecco, il nostro viaggio alla ricerca della buona cucina a prezzi popolari, delle osterie popolari a Roma, finisce qui. Se avete altri posti di segnalarci saremo ben contenti!