Festival delle letterature 2017: 33 incontri e tante sedi (ma Massenzio c’è sempre)

0

D’estate, a Roma, c’è il Festival delle Letterature. Edizione 2017: ha 16 anni questo Festival delle Letterature, uno dei pochi eventi dell’estate romana aver attraversato indenne giunte e vicissitudini.

Organizzato dal sistema delle Biblioteche di Roma, dall‘Assessorato alla Crescita culturale del Comune di Roma e da Zetema, prevede un ciclo di incontri alla Basilica di Massenzio più una serie di altri eventi nelle varie biblioteche del sistema.

Le serate alla Basilica di Massenzio vedono protagonisti alcuni tra i più interessanti autori della scena internazionale. Ognuno di loro leggerà un testo inedito appositamente scritto per il festival ispirato al tema scelto per questa edizione:  “Scrittori/Lettori – I banditi delle parole”.

Il tema riguarda la circolarità della scrittura come veicolo di comunicazione fra scrittore e lettore, fra scrittore e scrittore e fra lettori: ad ogni autore è stata chiesto un testo che – partendo dalla citazione di un brano di un altro autore la cui lettura lo abbia coinvolto, commosso o entusiasmato – possa trasmettere al pubblico gli stessi sentimenti.

Questo il programma del Festival delle Letterature 2017.

Festival delle letterature 2017: come partecipare

Le serate alla Basilica di Massenzio cominciano alle 21; si può accedere alla basilica (Clivo di Venere Felice) a cominciare dalle 20.30. I biglietti però non si ritirano lì ma presso il botteghino in via dei Fori Imperiali. Ogni giorno si possono ritirare i biglietti solo per l’evento del giorno.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

Gli incontri presso le Biblioteche hanno invece orari variabili ma sono comunque tutti ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Il Festival delle Letterature ha anche un sito web, per il momento nulla più di una locandina elettronica, ma magari nei prossimi giorni…

Grazie dell’attenzione, e buon Festival a tutti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here