Palestre low-cost a Roma? 10 indirizzi a meno di 35 euro al mese

0

Fare sport serve a vivere un po’ meglio, e ad essere un po’ più felici (oltre che più sani e più belli, come si dice).  Per questa ragione  abbiamo pensato di dedicare un po’ di tempo alla ricerca di palestre low-cost a Roma. Palestre economiche dove lo sport sia alla portata di tutti, adulti e bambini. Senza stressarsi per il denaro speso, annullando così tutti i recenti o potenziali benefici; o senza dover rinunciare, il che è anche peggio (forse).

I prezzi delle palestre di Roma, al netto di offerte temporanee pubblicizzate dai vari Groupon e Groupalia, è generalmente piuttosto elevato. Generalmente, ma non sempre e non ovunque. Ci aiutano, nella nostra strategia anticrisi, le palestre popolari, qualche antica e gloriosa istituzione romana, e le nuove catene di palestre low-cost internazionali di recente sbarcate a Roma. Vediamo quali.

Palestre low-cost a Roma: i grandi classici

1 Cominciamo con l’evergreen dello sport a Roma, il punto di riferimento di generazioni di studenti, ex-studenti, ex-giovani: il CUS Roma – Centro Universitario Sportivo. Un’infinità di discipline ad un costo che va, per l’abbonamento annuale, dai 98 euro riservato agli studenti della Sapienza ai 400 per gli esterni. Qualcosa in più si spende per il nuoto o il tennis, ma comunque le tariffe restano sempre super-convenienti. (Ah, la R3Sport, l’omologa per gli studenti di Roma Tre propone qualcosa. Ma nulla di paragonabile)

2 Il secondo posto spetta a un’istituzione trentennale, l’Upter, Università popolare della terza età. Negli anni l’offerta dei corsi si è estesa a tutte le generazioni e a tutti gli ambiti. In ambito sportivo, propone  ai corsi di danza, pilates, ginnastica e un paio di arti marziali. Prezzi che vanno dai 130 euro per 22 lezioni di ginnastica, ai 200 per 20 lezioni di Taiji Quan, per fare un paio di esempi.

Palestre low-cost a Roma: le palestre popolari

Le palestre popolari hanno una grande tradizione a Roma. Alcune all’interno di centri sociali, altre del tutto indipendenti, portano avanti una politica di inclusione e partecipazione. Politica che si concretizza nell’offerta di una vasta gamma di corsi sportivi, di arti marziali, di discipline del benessere. Sempre a prezzi accessibili alla maggior parte delle famiglie del loro territorio. Molta attenzione è data alle attività rivolte ai bambini e agli adolescenti. E l’insegnamento è di buon livello. In ogni caso, tenete presente che i costi si aggirano in media intorno ai 35 euro al mese. A scendere.

3 Socrates – Sport Popolare. Quartiere Alessandrino. Viale della Bella Villa 94 all’interno del Fusolab 2.0.  Le palestra ha 4 sale dislocate su 2 piani (Sala Aerobica 35mq, Sala Corsi 50mq, Sala attrezzi 35mq, Sala Danza 127mq.

4 Università Popolare dello Sport. Palestra popolare “diffusa”, che  svolge i suoi corsi praticamente in tutta Roma, il che è la sua particolarità. I corsi sono numerosissimi, alcuni annuali alcuni a moduli trimestrale. Tutte le info qui.

5 Revolution Palpop. Cinecittà. Focus sulle arti marziali e il pugilato, e qualcosa di fitness puro, stile gag e total body. Si appoggia a una piscina di Torrespaccata ed è molto attiva nelle attività per bambine  e bambini, danza inclusa. Programma dei corsi on-line.

6 Palestra popolare Colle Salario. Oltre al consueto corredo di corsi di arti marziali, la palestra si segnala per i corsi di arrampicata sportiva, anche per bambini. La palestra è facilmente raggiungibile col trenino Fara Sabina-Orte (fermata Fidene), quindi può interessare anche a chi non è di zona.

7 Palestra popolare Valerio Verbano. Attiva dal 2008 al Tufello, prepara anche per l’attività agonistica di ginnastica artistica. Corsi per bambini e adulti di arti marziali, boxe e kick-boxing. Non c’è sito web, solo pagina Facebook.

8 Quadraro Gym. Tanta prepugilistica, boxe giovanile e boxe agonistica. La palestra nasce intorno a questo sport. Ma non mancano danza aere, total body, reggaeton e afrobeat e via discorrendo. Anche in questo caso, Non c’è sito web, solo pagina Facebook.

Palestre low-cost a Roma: le nuovissime

Qui siamo in un ambito completamente diverso: palestre moderne, iper-standardizzate, orientate al fitness e ai grandi numeri. Sono una quasi novità in Italia. A Roma senz’altro.

9 Mcfit. Ostiense Catena di palestre low-cost che si definisce la numero 1 in Europa. Chissà. A Roma Mcfit ha aperto, guarda caso vicino a Roma 3. Certo, il costo mensile è praticamente imbattibile: 19.90 euro. Funziona che si deve sottoscrivere un contratto annuale e ogni mese si paga con addebito automatico sul conto corrente. Dopodiché, rinnovo automatico di sei mesi in sei mesi. Si attende lo sbarco anche del competitor Hellofit, a Testaccio.

10 Gympass. Qui il concetto è differente. Gympass non è una palestra ma un “connettitore” di palestre. Si paga un abbonamento e si possono frequentare tante palestre quante il proprio abbonamento consente: si parte da 19,99 euro al mese per due palestre di cui una nella propria città. Con 34 euro e 99 centesimi si possono frequentare 3 palestre nella propria città e una decina in tutta Italia. Pensato per chi viaggia, Gymfit va benissimo per chi  vuole andare in palestra a Roma con 20 euro al mese.

Finito. Grazie per l’attenzione. Se vi va condividete. E, se conoscete qualche palestra che noi non conosciamo, segnalatecela nei commenti. Grazie!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here